top of page

M&As in Brasile: La Centralità dell'Open Innovation e delle Startups

Proseguendo la disamina della collega Antonella Lorenzini nel contributo del 23 marzo scorso, sulle tendenze delle M&As e come queste siano un interessante driver per leggere le dinamiche dei mercati e le logiche di filiera nazionali ed internazionali, oggi approfondiremo quanto questo trend sia in forte espansione anche in Brasile.


Il Brasile è un hub per grandi investimenti, passati, presenti e futuri. La recessione economica è alle spalle e non è un caso che il Paese sia entrato nel mirino di aziende globali. Dopo la più grande e lunga crisi economica della sua storia, tra il 2014 e il 2016, il Paese ha ripreso il suo cammino verso la stabilità. (Leggi anche Brasile: Un Giocatore Di Nuovo In Gioco. La Ripresa del Sistema Italia Passa Da Qui? )



Uno degli strumenti di open innovation ampiamente utilizzati dalle aziende è l'M&A (Mergers and Acquisitions). Chi ha seguito questo mercato nel 2021 in Brasile ha assistito a un record da record: 247 operazioni di M&A, un numero superiore di quasi il 50% rispetto all'anno precedente.

Un'altra novità nel settore è stata la forte presenza di startup che acquisiscono altre startup, cosa che prima non era comune. La maggior parte delle fusioni e acquisizioni effettuate fino ad allora sono state effettuate da grandi società o holding. Nel 2021, le startup hanno guidato questo mercato, rappresentando il 62,96% di fusioni e acquisizioni.

Tenendo presente questo, si può immaginare che ci si aspetta molto dal mercato delle fusioni e acquisizioni per l'anno 2022.


Dunque il 2021 è stato un anno record per fusioni e acquisizioni in Brasile. In totale sono state 247 le operazioni di M&A, quasi il 50% in più rispetto all'anno precedente. Ciò significa che il 2021 è stato l'anno della ripresa economica post-pandemia, poiché le aziende erano disposte ad affrontare i rischi di effettuare un'acquisizione e anche che le startup stavano mostrando una maturità sufficiente per attirare l'attenzione degli investitori aziendali.


Fonte: Distrito


Uno dei fattori che ha contraddistinto il 2021 nel mercato del Venture Capital è stato che, per la prima volta nella storia, i principali acquirenti sono state altre startup, e non grandi società o holding, come era avvenuto fino ad allora. Questo e altri fattori sono i primi segnali di tendenze che si stabiliranno nel corso del 2022.


Tuttavia, prima di iniziare a profetizzare movimenti che devono ancora venire, è necessario avere una profonda comprensione dello scenario attuale. In questo articolo troverai i principali punti salienti delle operazioni di fusione e acquisizione del 2021 e quali note puoi prendere per osservare le tendenze di quest'anno.


Le startup protagoniste:

Come accennato in precedenza, fino al 2020 la maggior parte delle fusioni e acquisizioni sono state effettuate da grandi società o holding. Si tratta di una tattica ampiamente esplorata dalle aziende già più avanzate nel concetto di open innovation, in quanto consente loro di appropriarsi di startup che offrono tecnologie che non solo saranno utilizzate internamente, ma saranno anche commercializzate e offerte al mercato generalmente.


Tuttavia, nel 2021 c'è stato un movimento senza precedenti nello scenario economico brasiliano: le startup sono state la maggioranza degli acquirenti di altre startup. Del gruppo di società con più di 3 M&A effettuate nell'anno, 5 sono startup. Questo potrebbe indicare che queste aziende stanno diventando sempre più grandi e si stanno avventurando non solo per eliminare la concorrenza attraverso le fusioni, ma anche per iniziare a esplorare altre aree per l'espansione delle attività.


Si tratta di un tipo di movimento che diventerà ancora più frequente nel 2022, per alcuni motivi. Il principale è la questione culturale che è già insita nelle startup: da quando sono nate incastonate nell'universo dell'open innovation, sono più adatte e ricettive alla proposta di effettuare manovre di M&A, poco frequente nelle aziende per via della burocrazia e paura di fare investimenti ad alto rischio.



Fonte: Distrito



Sempre seguendo lo schema degli anni precedenti, Fintechs, Retailtechs e Martechs sono ancora le startup più ricercate per fusioni e acquisizioni. Questi tre settori insieme rappresentano quasi la metà di tutte le fusioni e acquisizioni dell'anno, tuttavia, la categoria immobiliare ha mostrato una forte crescita in questo tipo di investimento lo scorso anno.




A questo proposito, vale la pena sottolineare l'obiettivo strategico degli acquirenti quando effettuano acquisti da queste startup. Sebbene questa strategia sia spesso classificata come informazioni private, si può notare che la maggior parte di esse era focalizzata sull'ottimizzazione della struttura dei costi e sull'aumento dell'efficienza nella catena di approvvigionamento e/o sull'espansione dei prodotti per aumentare la base di clienti.


Fonte: Distrito



Ciò non fa che rafforzare la teoria secondo cui le startup stanno diventando una nuova forza commerciale, riuscendo a guidare investimenti più grandi e di maggiore impatto nel mercato economico globale.


Trend di M&A per il 2022


In chiusura, alla luce dei dati presentati, si possono identificare tre tendenze principali per lo scenario delle startup brasiliane:


Il proseguimento dell'incremento degli M&A effettuati nel corso dell'anno, con operazioni però meglio distribuite tra settori fino ad allora poco apprezzati dagli investitori, come EdTech, Real Estate e BlockChain;


La partecipazione sempre più attiva di startup che effettuano fusioni e acquisizioni di altre startup, poiché questo tipo di società sta guadagnando sempre più potere economico e dimensione aziendale;


Il cambiamento nel comportamento delle grandi aziende che cercano di acquisire startup, che ora cercheranno aziende che offrano complementarietà dei loro prodotti e ampliamento delle loro attività, e non solo strumenti di digitalizzazione come è avvenuto finora.


Se vorresti approfondire o stai pensando di internazionalizzare la tua impresa puoi attivare di 30 minuti gratuiti di Consulenza al seguente link https://www.cartesiostudio.com/ripresa-impresa-subito o scrivermi a info@cartesiostudio.com


Comments


bottom of page