top of page

L’evoluzione rapida e Agile verso un modello "Business to Individual"

Omnicanalità, iper-personalizzazione e customer centric stanno contribuendo all'evoluzione delle organizzazioni verso un modello B2I, incentrato su un'attenzione personalizzata ed unica per l'utente.


Interiorizzare e trasmettere i valori dell'azienda e rafforzare l'impegno dei dipendenti a lavorare con obiettivi comuni, una metodologia agile e team multidisciplinari, sono fattori essenziali per adattarsi al nuovo contesto ed offrire esperienze digitali di qualità.



I nuovi modelli di comportamento dei consumatori nello scenario attuale stanno spingendo le aziende a trasformare ed adattare le proprie strategie e modelli di business. La combinazione della tecnologia con l'integrazione dei valori del brand ed una strategia allineata a tutti i livelli dell'organizzazione, consente alle aziende di offrire un'esperienza digitale personalizzata e qualitativa, consentendo alle organizzazioni di evolversi da modelli B2B o B2C a modelli B2I (Business to Individual).


Per rimanere competitivi in ​​un ambiente digitale in continua evoluzione, le aziende devono offrire un'esperienza al cliente di qualità, personalizzata e omnicanale. In questo senso, la combinazione di tecnologia ed elementi come l'empatia o i valori dell'azienda sono essenziali per superare le aspettative dei clienti ed evolversi verso organizzazioni B2I, focalizzate su un'attenzione individualizzata e unica per l'utente.


Del resto i clienti sono sempre più ricettivi all'interazione con la tecnologia, ancor di più dopo questo anno singolare. Quindi il cambiamento culturale è in atto e sarà rafforzato con l'arrivo di nuove generazioni native che hanno piena familiarità con il linguaggio digitale, il che promuoverà un maggiore utilizzo ed incorporazione della tecnologia nelle organizzazioni.


Ormai la tendenza è chiara, per offrire agli utenti un servizio di qualità, è essenziale che le aziende abbiano processi ben definiti, con strumenti ed applicazioni interconnesse, accessibili e facili da usare. L’obiettivo è garantire che il cliente riceva una risposta personalizzata e coerente per costruire relazioni a lungo termine.


“E’ fondamentale naturalizzare l'esperienza e renderla intuitiva. La combinazione di tecnologia ed empatia è la chiave del successo per offrire un'esperienza digitale unica” è quello che ha dichiarato un Marketing, Product Development & Innovation Manager di un importante realtà europea.


Valori come agilità, orientamento al cliente, lavoro di squadra sono essenziali per adattarsi al nuovo contesto.


I big data e l’intelligenza artificiale (AI) permettono ormai di disegnare profili utenti ben definiti; pensate che è possibile scientificamente profilare una persona sulla base dei like

≥ 10 like più preciso dei colleghi

≥ 70 like più preciso degli amici

≥ 150 like più preciso dei parenti

≥ 300 like più preciso del partner


Questo comporta ripensare l’organizzazione e le figure professionali da formare ed inserire nelle aziende, perché c’è sempre più necessità di esperti in gestione dei dati, preparati per fare sintesi, fondamentale per migliorare l'esperienza del cliente.


In questo senso l'importanza di filtrare le informazioni a cui ogni azienda ha accesso, al fine di determinare quali dati siano validi e fondamentali per il processo decisionale strategico. Non tutte le informazioni infatti sono rilevanti e non si dovrà disperderci con informazioni che non aggiungono valore.


La chiave è distinguere quali dati sono rilevanti e costruire strategie basate su di essi.

Comentarios


bottom of page